Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Settanta migranti sbarcati a Porto Empedocle trasferiti in quarantena a Villa Sikania

Settanta migranti sbarcati a Porto Empedocle trasferiti in quarantena a Villa Sikania

“Miei cari concittadini mentre siamo impegnati a gestire un situazione difficilissima, che chiama tutti noi al senso di responsabilità, dalla Prefettura di Agrigento, senza alcun preavviso né dalla stessa, né dal gestore della struttura, né da altre Autorità, ci è stato comunicato con una breve e poco dettagliata chiamata telefonica, che presso la struttura Villa Sikania sono stati alloggiati circa 70 migranti, che saranno posti in quarantena preventiva e quindi impossibilitati ad uscire dalla struttura”. Ad annunciarlo sui social è il sindaco di Siculiana Leonardo Lauricella. I migranti soccorsi da una motovedetta della Guardia di finanza, sono giunti l’altra notte al porto di Porto Empedocle. Hanno dormito all’interno della tensostruttura. Uomini, donne e anche bambini. Questa notte i vigili del fuoco hanno portato loro coperte e altri materiali. Poi la decisione di trasferirli a Villa Sikania.

“Sono momenti concitati – continua il primo cittadino – e capirete che con miei collaboratori siamo impegnati a porre in essere quanto necessario per comprendere in maniera dettagliata la situazione ed adottare ogni azione utile, come fatto sempre dal sottoscritto e da questa amministrazione comunale, per tutelare i cittadini siculianesi. Non sono escluse azioni legali a tutela della nostra sicurezza e del diritto alla salute. Qualche giorno fa altri Sindaci della Provincia si erano lamentati rispetto a medesime decisioni adottate della Prefettura sui territori di loro competenza, ottenendo risultati concreti e lo sgombero delle strutture”.

“Relativamente al rischio concreto di problematiche scaturite dalla gestione dei flussi migratori, in questi giorni, Amministratori pubblici hanno adottato provvedimenti per chiudere porti e Isole a tutela della Salute Pubblica. Oggi la nostra comunità non merita di subire decisioni che potrebbero risultare pericolose.
Tra l’altro risulta, da informazioni che ci giungono informalmente e che approfondiremo nelle prossime ore, che la Prefettura al momento ha convenzioni in essere attive con altre strutture alberghiere ricadenti nel territorio proviciale che allo stato risultano vuote.
Siculiana merita tranquillità oggi più che mai – conclude il sindaco -. Vi aggiorneremo nelle prossime ore. Vi invito a mantenere la calma, noi faremo il massimo nell’interesse di tutta la comunità siculianese”.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su