Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Canicattì > Canicattì, comitato civico 2021 denuncia: appalto cimitero truffa, un loculo costerà 5000 euro

Canicattì, comitato civico 2021 denuncia: appalto cimitero truffa, un loculo costerà 5000 euro

Questo Comitato Civico 2021 ha esaminato e fatto esaminare da esperti il contenuto degli atti consegnati e firmati dal SEGRETARIO GENERALE nonché DIRIGENTE DELLA III DIREZIONE, sono emersi fatti che impressionanti, molto più gravi di quelle che si immaginava che meritano di essere approfonditi .

Da quando è emerso l’appalto  del cimitero sono tutti nervosi , qual è il PROBLEMA ?

Premesso che dall’analisi del progetto  non sembra essere stato programmato pensando all’area cimiteriale di Canicattì ma piuttosto ad una progettualità generica non strettamente inerenti ai luoghi in cui e sito il cimitero. Fatto già grave perché il progetto deve essere comunque pagato, come vedremo in seguito.

Comunque si elencano “sinteticamente”   alcune delle anomalie riscontrate(tutto ciò che viene riportato di seguito è estratto dagli atti contenuti nel progetto):

  • NOMINA DEL RUP DEL COMUNE CHE PERCEPIRA’IL 2% del valore dell’APPALTO CHE SI QUANTIFICA IN € 300.000,00 , CHE, molto probabilmente, SPETTERA’ AL RESPONSABILE DELLA POSIZIONE LAVORI PUBBLICI , PERALTRO UNICO INGEGNERE, ;
  • Costo medio del loculo stabilito nella deliberazione n° 84 del 07/06/2019 ,proposta dall’Assessore ROSA MARIA CORBO € 4.589,64( 3.762,00+ 22% IVA), che con i diversi costi ancora da imputare per conto del Comune sarà ,il costo definitivo sarà, sicuramente, oltre € 5.000,00;
  • 5 punto 4 nell’ipotesi di spostamento di salme , si dovrà pagare il 50% del costo del nuovo loculo pari a oltre € 2.500,0 ;
  • 15 comma 1. Punto d) il Sindaco dovrà emettere un’ordinanza per fare pagare a chiunque ha all’interno del cimitero un loculo, una cappella o un monumento una tassa per la manutenzione. VIENE ISTITUITA LA TASSA SUL MORTO;
  • 21 il Comune concede il diritto di superficie gratuitamente e la ditta concessionaria sarà esentata dal pagamento degli oneri di concessione. Praticamente la ditta concessionaria avrà tutto gratuitamente. Questo significa per il Comune , per il periodo della convenzione, la perdita di circa € 5.000.000,00.
  • Allegato 8 –progetto di fattibilità tecnica ed economica- da una approfondita lettura lo stesso è un progetto generico non inerente il lavoro per cui viene proposto , particolarmente capzioso è l’art. 9 – “…. Scavi per fondazione quelli per date luogo a fogne, condutture fosse e cunette…. “;
  • 21  rivestimenti flessibili “…. Carta da parati-tessuti da parati….”, viene prevista la possibilità di utilizzare  carta e tessuto da parati. (o avrà avuto troppa fantasia l’Ass. Corbo o e stato il suggerimento di qualche Assessore esperto in carte e stoffe da parati )
  • A livello economico : art. 5 – provvista dei materiali- “… nel prezzo dei materiali sono compresi tutti gli oneri derivante all’appaltatore della fornitura a piè d’opera…..”
  • Allegato 4 indagine geologica , sempre del tipo generica , particolarmente curioso che il geologo ha trovato “…. …. Una fossa tettonica subsidente riempita da sedimenti marini…) sarebbe interessante vedere le prove strumentali geognostiche , le prove in sito, le prove penetrometriche statiche e dinamiche, le indagini geofisiche sismiche e geoelettriche, le prove di laboratorio, le installazione di strumentazione di monitoraggio.
  • Tra i loculi da ricostruire nel progetto vengono indicati delle teorie già ricostruite dal comune e in via di costruzione;
  • Per la parte del cimitero che si intende ampliare vi è da dire che il proprietario ha sempre voluto cedere gratuitamente l’area in cambio di due spazi per edificare due cappelle con la possibilità di venderli. Il progetto prevede anche questa possibilità , quindi sarà accontentato e l’area sarà gratuita e non a pagamento.

Vi è sempre stato un problema la distanza che non c’è , il cimitero si può ampliare entro 200 metri dalla fascia cimiteriale e a non meno di 50 metri dalle abitazione anche sparse. Molto probabilmente si farà in modo di derogare a tali distanze, però giuridicamente sarà un illecito;

  • Nella planimetria di secondo livello non vengono indicate le cappelle a nascere , molto probabilmente verrà fatta una modifica in corso d’opera per utilizzare il progetto di revisione del PRG del cimitero redatto da un tecnico comunale, per essere puntuale nell’indicare la fonte, il progetto lo conoscono tutti perché l’ufficio prima di renderlo pubblico lo ha sottoposto alla visione dei tecnici privati del Comune , progetto redatto da un tecnico Comunale e consegnato all’Ass. Corbo;
  • Il costo dell’operazione non è circa € 14.518.000,00 ma bisogna aggiungere circa € 436.149, di costi per la sicurezza quindi diventano circa € 14.954.149,00, considerata la presunta variazione calcolata nel 10% dei costi € 1.495.414,9 diventano 16.449.563,9. Tale costo diviso per 7177 loculi costo per loculo € 2.291,98.
  • Se l’impresa aggiudicataria sarà diversa dalla società proponente sarà tenuta a pagare le spese dell’intero progetto che viene valutato dal 2% al 4% del costo dell’opera, quindi l’impresa proponente ci guadagnerà  a prescindere ( considerando una parcella media del 3%) circa € 420.000,00( senza considerare la direzione dei lavori);
  • L’Assessore Corbo, vedi delibera n° 84 del 7 giugno 2019 , ha deciso che un loculo medio dovrà costare € 3.762,00 oltre IVA(naturalmente) con un utile per loculo di € 1.471,00 che moltiplicato per 7177 loculi si determina un utile per la società che realizzerà le opere di € 10.557.367,00 e di contro una perdita per il Comune di circa € 5.000.000,00.

Da aggiungere che l’impresa concessionaria percepirà, ancora, un canone per ogni loculo, ogni cappella e ogni monumento esistente all’interno del cimitero per la manutenzione,  PER L’IMPRESA AGGIUDICATARIA L’AFFARE DEL SECOLO.

Da considerare che per l’ipotesi di vendita delle cappelle il costo non è stato determinato quindi sarà determinato autonomamente dall’impresa in funzione del libero mercato.

Certamente l’assessora Corbo ha fissato un prezzo alto perché non è comune vedere i loculi con le carte e stoffe da parati  , non sappiamo a chi sarà venuta l’idea ma certamente sarà un genio dell’architettura.

Comunque il progetto e stato condiviso dall’Ing. Gioacchino Meli , che ha espresso un parere positivo, molto probabilmente senza avere letto e studiato il progetto, le domande che si pongono sono queste : chi ha scritto il parere firmato dell’Ing. Meli ?  perché il progetto è stato proposto dall’Assessora Architetto Rosa Maria  Corbo qual è il suo rapporto con l’impresa proponente ?  da quello che sembra vi è un gruppo di persone : amministratori e burocrati , che vogliono fortemente approvare il progetto , perché ?

Questo COMITATO CIVICO 2021 non ha competenze ne tecniche ne giuridiche ma l’incongruenza finanziaria è così palese che non necessitano competenze per capire che il Comune non solo non guadagna nulla ma ci rimette circa € 5.000.000,00 così come ci rimettono i Cittadini che devono pagare una tassa per la manutenzione e un loculo circa € 5.000,00 , allora perché si deve realizzare il progetto ?  chi legge può fare le SUE  deduzione.

Sarà cura degli organi inquirenti valutare se esistono i termini di una tentata truffa a danno dei Cittadini e è un abuso.

 

Canicattì 06/03/2020

 

IL SEGRETARIO

Calogero Giarratana

IL PRESIDENTE

Giuseppe Giardina

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su