Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Agrigento, violò misura prevenzione: processo a boss approda in appello

Agrigento, violò misura prevenzione: processo a boss approda in appello

Ha violato la misura di prevenzione della Sorveglianza speciale di Pubblica sicurezza, a cui era sottoposto e, in particolare, l’obbligo di far rientro a casa alle 20. Per questo motivo la squadra Mobile di Agrigento, tre anni addietro, aveva denunciato il boss di Agrigento e Villaseta Antonio Massimino, 51 anni, “pizzicato” alla guida di un’automobile, nonostante le prescrizioni.

Riconosciuto colpevole di quel reato, precisamente dodici mesi fa, il Gup del Tribunale di Agrigento, Francesco Provenzano ha condannato il capomafia alla pena di 1 anno di reclusione. Adesso, dopo il ricorso presentato dal legale difensore dell’imputato, l’avvocato Salvatore Pennica, il procedimento approda dinnanzi ai giudici della prima sezione penale della Corte di Appello di Palermo.

La prima udienza è fissata per l’8 aprile prossimo. La difesa di Massimino, l’avvocato Pennica, verosimilmente, tornerà a chiedere l’assoluzione

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su