Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Canicattì > Teleconsulto negli ospedali di Licata, Canicattì e Rivera. L’intervento di Carmelo Pullara

Teleconsulto negli ospedali di Licata, Canicattì e Rivera. L’intervento di Carmelo Pullara

Il teleconsulto neurochirurgico dalla prossima primavera verrà esteso anche ai nosocomi di Licata, Canicattì e Ribera.
Soddisfazione è stata espressa dall’ On.Carmelo Pullara, vice presidente della commissione sanità all’ Ars.
“Esprimo grande soddisfazione-dichiara Pullara- per l’attivazione del teleconsulto anche per i presidi di Licata,Canicattì e Ribera a completamento quindi di tutta la piattaforma ospedaliera provinciale.
Come comunicato dall’ ASP di Agrigento il teleconsulto neurochirurgico a partire dal prossimo mese di maggio verrà esteso a tutti gli ospedali di Agrigento con il servizio di consulenza specialistica a distanza.
Si tratta -continua Pullara di un grande obbiettivo raggiunto . Infatti i 5 presidi ospedalieri dell’ ASP di Agrigento saranno in rete con i centri specialistici dell’ARNAS”Civico-Di Cristina-Benfratelli di Palermo e le immagini diagnostiche dei pazienti, principalmente tac e risonanza magnetiche, potranno essere trasmesse con immediatezza ed esaminate a distanza dall’ équipe neurochirurgica dell’ Arnas.
Sulla vicenda, prendendo spunto dalla situazione dell’ Ospedale Barone Lombardo di Canicattì, sono intervenuto di recente e sono soddisfatto che il mio input sia stato accolto positivamente dal management aziendale, facendo attivare dirigenti che oggi si prendono il merito ma per anni sono stati non curanti di questa grave carenza.
Si tratta-conclude Pullara -di un importante obiettivo raggiunto poiché il corretto ed efficace utilizzo del sistema “teletac” evita il trasporto ed il ricovero improprio dei pazienti dalle strutture “spoke “(le richiedenti)al reparto di neurochirurgia del centro hub (la struttura erogante) con conseguenti minori rischi e disagi sia per il malato che per i familiari”.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su