Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Agrigento > Grotte, furto d’indentità e falsi profili: condannata una donna

Grotte, furto d’indentità e falsi profili: condannata una donna

Il giudice monocratico del Tribunale di Agrigento, Andrea Terranova ha inflitto la condanna a 2 mesi di reclusione a Graziella Panarisi, 53 anni, di Grotte, con l’accusa di sostituzione di persona. La donna, difesa dall’avvocato Gianfranco Pilato, è stata, invece, assolta di violazione della legge sulla privacy, “per non avere commesso il fatto”.
Tutto nasce dalla querela presentata dell’ex compagna, la quale, denunciò il furto di identità, realizzando falsi profili su Facebook per vendicare la fine della relazione. La presunta vittima si è costituita parte civile con l’assistenza dell’avvocato Giuseppe Contato.
Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su