Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Agrigento > “Ha estorto soldi a due fratelli”, condannato 29enne canicattinese

“Ha estorto soldi a due fratelli”, condannato 29enne canicattinese

E’ stato riconosciuto colpevole di avere costretto due fratelli a consegnargli somme di denaro, in diverse occasioni, e di diverso importo: da 50 euro, fino a 200 euro. In una occasione si sarebbe spinto a chiedere 400 euro, minacciando ritorsioni in caso di mancata consegna. La condanna a 3 anni e 6 mesi di reclusione è stata inflitta a un ventinovenne Dario Marchese Ragona, originario di Canicattì, con le accuse di estorsione, e minaccia, ai danni di due giovani fratelli canicattinesi.

La sentenza è stata emessa dai giudici della prima sezione penale del Tribunale di Agrigento (presidente Alfonso Malato). Accolta la richiesta del sostituto procuratore della Repubblica di Agrigento, Emiliana Busto, che al termine della sua requisitoria, aveva chiesto la condanna dell’imputato appunto a   tre anni, e sei mesi. La vicenda risale tra la fine del 2012, e l’inizio del 2013.

Secondo l’impianto accusatorio Marchese Ragona con ripetute minacce ha chiesto ai due fratelli, la consegna di somme in denaro, variabili, tra cinquanta e quattrocento euro, minacciando di morte primo uno, e poi l’altro, laddove non gli avessero dato quanto richiesto.

Il legale difensore dell’imputato, l’avvocato Angela Porcello, aveva chiesto l’assoluzione nei confronti del giovane “perché il fatto non sussiste” o “non costituisce reato” o, in subordine, la riqualificazione del reato da estorsione a violenza privata.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su