Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Agrigento > In casa aveva marijuana e metadone: arrestato giovane canicattinese

In casa aveva marijuana e metadone: arrestato giovane canicattinese

commissariato canicattì

La polizia di Stato ha tratto in arresto Francesco Parla, 29 anni, poiché colto nella flagranza del reato di detenzione di sostanze stupefacenti. Tutto quanto nel corso dei potenziati servizi di controllo del territorio disposti dal questore di Agrigento Rosa Maria Iraci. Gli agenti del Commissariato di Canicattì hanno effettuato una perquisizione domiciliare, al seguito della quale, sono stati rinvenuti, celati in varie parti dell’appartamento, diverse bottiglie contenente metadone ed altra sostanza stupefacente del tipo marijuana, in infiorescenza essiccata, nonché 180 bustine di vario formato, contenente la medesima sostanza per complessivi 2,400 chili, e circa 1.200 buste vuote di varie misure in cellophane, utilizzate per la suddivisione e confezionamento in dosi della droga.

Inoltre, la successiva accurata perquisizione di un garage nella disponibilità dell’indagato, il personale della sezione Anticrimine del Commissariato ha trovato e sequestrato analoga sostanza per un peso netto di 680 grammi, mentre nell’abitazione rurale, sita in una periferica contrada del territorio canicattinese, rinvenuta altra sostanza stupefacente del tipo marijuana del peso complessivo di 3 chili. Pertanto, tutta la sostanza stupefacente del tipo marijuana, in inflorescenza essiccata per complessivi 6 chili ed i numerosi flaconi di metadone sono stati sequestrati, perché detenuti illegalmente e Francesco Parla, al termine delle formalità di rito, su disposizione del Pubblico ministero della Procura della Repubblica di Agrigento, è stato condotto presso la propria abitazione. Il Gip del Tribunale di Agrigento, dopo aver convalidato l’arresto, ha disposto la misura cautelare degli arresti domiciliari.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su