Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Agrigento > Agrigento, Accademia di studi mediterranei. Forum sulle migrazioni

Agrigento, Accademia di studi mediterranei. Forum sulle migrazioni

Sarà un importante evento di lunga durata e che si articolerà in diversi momenti. Si tratta delle annuali manifestazioni che l’Accademia di Studi Mediterranei, animata dall’infaticabile prof. Assuntina Gallo, organizza nel contesto del Premio internazionale Empedocle per le scienze umane, giunto ormai alla ventiseiesima edizione e che ormai è stabilmente collegato al tema dei Giusti dell’Umanità.

Si comincerà dopodomani venerdì 29 novembre nella sala conferenze dell’Ente Parco Archeologico e Paesaggistico Valle dei templi con il quinto Forum Internazionale sul tema “La terra è di tutti. Migrazione globale, dramma epocale”. Il nutritissimo programma prevede, dopo l’introduzione del prof. Vincenzo Fazio, presidente del Comitato scientifico dell’Accademia, i saluti del sindaco Calogero Firetto, del cardinale Francesco Montenegro, dell’assessore regionale alla pubblica istruzione Roberto Lagalla, del prefetto Dario Caputo, del presidente del Consiglio del Parco Bernardo Agrò e del direttore di quest’ultimo ente Roberto Sciarratta.

Entrando nel vivo del Forum, una prima sessione riguarderà l’inquadramento storico dell’argomento, sotto la presidenza del prof. Fazio. I relatori saranno don Luca Camilleri, direttore dell’Ufficio Ecumenismo e dialogo interreligioso dell’Arcidiocesi agrigentina, sul tema “Migrazione ed integrazione: diverse realtà nelle religioni del Libro” e la scrittrice avv. Cetta Brancato sul tema “La cattiva madre”. Sullo stesso contesto i lavori di sabato 30 novembre con la presidenza del rettore del seminario di Agrigento don Baldo Reina. Le relazioni saranno tenute dalla dott. Mriella Guidotti, responsabile del servizio migrantes diocesano, sul tema “Il pensiero profetico e l’opera del vescovo Scalabrini nelle migrazioni del suo e del tempo attuale”, dalla prof. Maddalena Tirabassi, direttrice del centro Altreitalie sulle migrazioni italiane, sul tema “Le migrazioni italiane ieri e oggi”, e dallo stesso don Baldo Reina su “Non dimenticate l’ospitalità: alcuni praticandola senza saperlo hanno accolto gli angeli” e “Valenze teologiche e antropologiche nell’esercizio dell’accoglienza, alla luce della Parola di Dio”.

Lunedì 2 dicembre alle ore 9,30 l’argomento sarà trattato sotto il profilo storico-legislativo, con la presidenza del dott. Salvatore Cardinale, presidente emerito della Corte d’Appello di Caltanissetta. Le relazioni saranno del magistrato dott. Vincenzo Saito, presidente della Corte d’appello di Siracusa, su “La tratta dei migranti”, della dott. Chiara Campagna, ricercatrice dell’università Kopre di Enna, su “I diritti umani alla prova dell’accoglienza” e dallo stesso dott. Cardinale su “Lo straniero e l’ordinamento penitenziario”. Martedì 3 dicembre il tema migrazioni sarà sviscerato sotto il profilo dei fondamenti filosofici, psicologici e storici con la presidenza del vicario generale dell’arcidiocesi Melchiorre Vutera. Relatori il prof. Giulio Carpi, presidente e fondatore di CREAtiv, su “Migranti e migrazioni: non basta più accogliere, occorre imparare ad attendere”, il prof. Luca Altieri, docente all’università La Sapienza, su “Migrazioni e muri, una sfida alla legalità?” e la prof.  Giulia Sfamemi Gasparro, ordinaria emerita di storia delle religioni all’università di Messina, su “Migrazioni e identità religiose a contatto. Osservazioni storico-religiose”. Mercoledì 4, sempre alle ore 9,30, fondamenti storici con la presidenza del generale a riposo Giuseppe Lanzillotti, già comandante provinciale dei carabinieri di Agrigenrto. Le relazioni saranno del prof. Mons. Enrico dal Covolo dfel Pontificio Comiutato di scienze storiche, sul tema “Mobilità e sua cura pastorale nelle chiese dell’Africa romana. Una riflessione ancora attuale”, di don Alessandro Andrein i della comunità di San Lealino, docente alla Gozaga University di Firenze, su “Li disperse su tutta la terra,: le migrazioni secondo la Bibbia” e della dott. Alganesh Fessaha, presidente della ONG Gandhi, su “La migrazione come salvezza”. Infine giovedì 5 dicembre fondamenti filosofici, psicologici e spirituali, con la presidenza di mons. Dal Covolo che tirerà anche le conclusioni. Le relazioni di don Carmelo Mezzasalma dell’Istituto Marsilio Ficino di Figline Valdarno, su “Edmond Jabés e Andrè Aciman, letture dall’esilio”, della dott. Elena Ethel Schlein, già eurodeputata, su “Tendenze delle politiche europee sull’asilo e riforma del regolamento di Dublino” e di padre Clemente Bobchev, archimandrita della Chiesa bulgara in Italia, su “Le migrazioni nell’est dell’Europa”.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su