Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Era accusato di ricettazione, assolto commerciante agrigentino

Era accusato di ricettazione, assolto commerciante agrigentino

Aveva versato un assegno rubato in banca, ma era in buona fede. I giudici della Corte di Appello di Palermo, in accoglimento del ricorso proposto dal difensore, l’avvocato Santo Lucia, hanno assolto il commerciante palmese Nicolò Ribisi.

L’uomo in primo grado era stato condannato a quattro mesi di reclusione con l’accusa di ricettazione. L’assegno, della somma di 2.900 euro, posto all’incasso, era risultato rubato. Dalla denuncia della banca scaturì il processo.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su