Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Agrigento > Mafia, il Gip Davico: “Infiltrazioni gravissime di Cosa Nostra negli apparati dello Stato”

Mafia, il Gip Davico: “Infiltrazioni gravissime di Cosa Nostra negli apparati dello Stato”

Convalidati  dal Gip del Tribunale di Sciacca, Alberto Davico, i fermi dei 5 indagati nell’ambito dell’inchiesta antimafia “Passepartout”, realizzata, all’alba di lunedì, dal personale del Gico della Guardia di finanza, e dai carabinieri del Ros. Restano in carcere Antonello Nicosia,  il boss di Sciacca Accursio Dimino, accusati di associazione mafiosa; Luigi e Paolo Ciaccio, e Massimo Mandracchia.

Il Gip Davico nella sua ordinanza parla di “infIiltrazioni gravissime di Cosa Nostra negli apparati dello Stato, strumentalizzati per fini apparentemente nobili, in realtà volte ad alleggerire il rigore della detenzione dei mafiosi”. Il riferimento è ai rapporti di Nicosia con la deputata Giusy Occhionero, di cui l’uomo era collaboratore parlamentare. Il Gip ha inviato nuovamente il fascicolo a Palermo.

 

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su