Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Campobello di Licata > Ritardi e disagi per i pendolari sulla tratta ferroviaria: Canicattì, Ravanusa, Campobello, Licata. Nasce comitato

Ritardi e disagi per i pendolari sulla tratta ferroviaria: Canicattì, Ravanusa, Campobello, Licata. Nasce comitato

Ritardi e disagi sulla tratta ferroviaria Gela – Caltanissetta che attraversa numerosi comuni della provincia di Agriegnto e tra questi: Licata, Ravanusa, Campobello di Licata e Canicattì permettendo ai pendolari di recarsi nei luoghi di lavoro ed a scuola utilizzando il treno. Per questo motivo nei giorni scorsi è stato costituito un comitato spontaneo di pendolari delle Ferrovie dello Stato per la tratta Gela – Ravanusa – Canicattì – Caltanissetta Xirbi. Portavoce è stato nominato Giacomo Vivacqua di Ravanusa.  Il comitato si propone di svolgere un’attività consultiva, di indirizzo e controllo del traffico ferroviario, al fine di rendere più efficiente e decoroso il servizio.  La tratta in questione serve i comuni di Gela, Licata, Campobello di Licata, Ravanusa, Canicattì e Caltanissetta con un potenziale bacino di utenza di circa 200 mila cittadini. “Attualmente – spiega Vivacqua – questa zona delle provincia di Agrigento è poco servita, con solo tre corse di andata e ritorno nelle giornate feriali e completamente inutilizzata nei giorni festivi compresa la domenica. Un vero peccato – aggiunge-se si considera che attraversa i siti più suggestivi della Sicilia centro-orientale. Uno vero spreco se si considera che sono stato spesi nel 2016 ben 90 milioni di euro per l’ammodernamento. Il comitato si propone di vigilare sul pieno rispetto del contratto di servizio sottoscritto dalla Regione Siciliana con Trenitalia che prevede, tra l’altro, un parco macchine competente rinnovato un potenziamento del servizio e standard qualitativi e di efficienza elevati. Nella tratta in questione purtroppo i buoni propositi del contratto secondo il portavoce dei pendolari non si vedono. Molto spesso si viaggia con la littorina, – aggiunge Vivacqua- con notevoli ritardi e numerosi treni soppressi che provocano ragguardevoli disagi ai pendolari che spesso e volentieri vengono abbandonati al loro destino.  L’ auspicio – conclude Giacomo Vivaqua – è quello di avere uno strumento che consenta ai pendolari di contribuire, attraverso l’attività consultiva, ad ottenere un servizio più efficiente per gli utenti e di denunciare le palesi violazioni del contratto di servizio. Il tutto a beneficio dell’utenza.  Nei prossimi giorni sarà ufficializzata la costituzione del comitato alla Regione Siciliana e a Trenitalia”

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su