Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Agrigento > Campobello di Licata, piantagione e pistola: Monachello resta in carcere

Campobello di Licata, piantagione e pistola: Monachello resta in carcere

Resta in carcere Gioacchino Salvatore Monachello, 26 anni, di Campobello di Licata. Lo ha deciso il Gip di Caltanissetta, dopo avere convalidato l’arresto del giovane. Monachello è stato arrestato nella sua casa di Campobello di Licata, sabato scorso, nel corso di un’operazione dei carabinieri.

È accusato di coltivazione di sostanze stupefacenti, ricettazione di un furgone, e detenzione illegale di una pistola e di munizioni.

In un terreno affittato, in mezzo ad vigneto, i militari hanno trovato una piantagione di Canapa indiana, composta da circa 3.526 piante. Rinvenuta anche una pistola, carica e 17 proiettili.

Il 26enne, difeso dall’avvocato Angela Porcello (nella foto), davanti al Gip si è avvalso della facoltà di non rispondere. La difesa ha preannunciato ricorso al Riesame. La scoperta della piantagione in contrada “Contessa” in territorio di Riesi.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su