Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Canicattì > Canicattì, il comune inaugura i nuovi locali che ospitano lo “Spazio Neutro”.

Canicattì, il comune inaugura i nuovi locali che ospitano lo “Spazio Neutro”.

Inaugurata al Comune di Canicattì la nuova sede di “Spazio Neutro”, il servizio preposto a garantire “il diritto di visita e di relazione” nell’ambito di azioni a sostegno di Famiglie e Minori. Ne dà notizia il sindaco Ettore Di Ventura.

Tale azione è diretta alle famiglie che attraversano periodi delicati intrisi di grande conflittualità a causa di un evento separativo che compromette la serenità dell’intero nucleo familiare e particolarmente dei minori presenti.

Spazio neutro è un servizio specialistico che assicura il diritto di visita e contribuisce ad aiutare gli interessati a riorganizzarsi in prospettiva dei nuovi cambiamenti che inevitabilmente si vivranno sia in ambito individuale che familiare. Si tratta quindi, di un luogo protetto, “neutro” appunto, lontano dagli spazi scena dei conflitti in cui i minori che vengono inviati dalla Magistratura ai servizi sociali perché in condizioni di pregiudizio psicofisico, possono mantenere e/o riprendere una relazione interrotta con il genitore non affidatario e gli adulti possono ripristinare i legami familiari. Il progetto sarà curato, per le competenze professionali possedute, dall’assistente sociale operante nell’Ente.

Destinatari diretti del progetto sono i minori per i quali è stato emesso decreto o ordinanza dal Tribunale, o la cui situazione è stata segnalata dai Servizi Sociali Comunali mentre sono destinatari indiretti genitori e i componenti della famiglia allargata (nonni, zii, cugini …) con le quali i minori devono ricostruire e/o rinsaldare, il legame psico – affettivo.

I nuovi spazi dedicati a questo servizio sono stati dotati di complementi d’arredo adeguati alla specifica tipologia di utenza. “Abbiamo voluto rendere ancora più accogliente il luogo – dichiara l’assessore alle Politiche Sociali, Antonio Giardina –facendo affiggere alle pareti tre tele donate dall’Accademia delle Belle Arti “Michelangelo” di Agrigento, il cui direttore, il prof. Alfredo Prado, ha risposto all’iniziativa con grande sollecitudine mentre diversi privati hanno donato alcuni giochini. A tutti loro vanno i nostri ringraziamenti per aver dimostrato grande sensibilità e disponibilità. La nostra soddisfazione è legata alla concreta possibilità di contribuire all’acquisizione della serenità dei bimbi e dei loro cari”.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su