Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Agrigento > Agrigento, accusati di violenza sessuale: nuovo processo per netturbino e compagna

Agrigento, accusati di violenza sessuale: nuovo processo per netturbino e compagna

Al via dinnanzi ai giudici della terza sezione della Corte di Appello di Palermo, il processo contro la sentenza di assoluzione per un netturbino A.I., 53 anni, di Agrigento, e per la compagna, L.A., 38 anni, anche lei agrigentina, accusati di violenza sessuale ai danni della figlia dell’imputata (all’epoca dei fatti minore, oggi ventunenne).

L’assoluzione era arrivata “perché il fatto non sussiste”. Per il Tribunale di Agrigento non ci fu alcun abuso ed, evidentemente, la storia terribile descritta dalla ragazza, che aveva denunciato e fatto arrestare il compagno della madre, accusandolo di averla violentata per sette anni, non ha trovato riscontri.

Assolta anche la madre, anche lei finita a processo con l’accusa di concorso in violenza sessuale, perché non avrebbe impedito, “avendo l’obbligo giuridico di farlo”, che l’uomo abusasse della figlia. Oggi in aula i legali della coppia, gli avvocati Davide Casà e Nicola Grillo, e quelli della donna, gli avvocati Barbara Garascia e Antonino Manto, hanno eccepito per un difetto di notifica, e la Corte ha rinviato al 18 dicembre prossimo.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su