Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Palermo > Nota al Presidente del Consiglio dei Ministri. del Coordinatore Regione Sicilia, dell’UDC, On. Decio Terrana, sullo stato del “Caro Voli” da/per la Sicilia

Nota al Presidente del Consiglio dei Ministri. del Coordinatore Regione Sicilia, dell’UDC, On. Decio Terrana, sullo stato del “Caro Voli” da/per la Sicilia

L’On. Decio Terrana, Coordinatore Regionale dell’UDC Italia in Sicilia, ha oggi trasmesso una nota ufficiale al Presidente del Consiglio dei Ministri Prof. Giuseppe Conte evidenziando il disagio economico-sociale provocato sul territorio siciliano dal “caro voli”, il costo troppo elevato delle tariffe aeree per i cittadini siciliani. La nota è stata altresì inviata anche al nuovo Ministro dell’Infrastruttura e dei Trasporti, Paola De Micheli, al Governatore della Regione Sicilia On. Nello Musumeci, all’Assessore Regionale Infrastrutture in Sicilia, On. Marco Falcone, ed al Presidente dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, il Magistrato Roberto Rustichelli.
Con questa nota, l’On.Decio Terrana vuole sollecitare tutte le istituzioni interessate affinchè, ognuna per le proprie competenze, possa attivarsi per attuare le opportune soluzioni che consentano l’abbassamento delle tariffe aeree.
<< Siamo pronti a scendere in piazza per sollecitare atti concreti e soluzioni immediate – comunica il Coordinatore Regionale dell’UDC – sono arrivati nei mesi scorsi i soliti proclami e nessuna soluzione; non possiamo più permetterci che i Cittadini Siciliani vengano così bistrattati e dimenticati dalle istituzioni e dal Governo su temi che richiedono urgenti risoluzioni.>>
Nota ufficiale:

Al Presidente del Consiglio dei Ministri
Al Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti
Al Presidente dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato
Al Presidente della Regione Siciliana
All’Assessore Regionale Infrastrutture e Trasporti Regione Siciliana
OGGETTO: Nota ufficiale del Coordinatore Regionale dell’UDC Italia per la
Regione Sicilia, On. Decio Terrana, sullo stato del “Caro Voli” da/per la Sicilia

Ill.mi, nella qualità di Coordinatore Regionale dell’UDC Italia in Sicilia ritengo
fondamentale rappresentare alle SS.VV. una problematica che attanaglia l’economia
siciliana e la comunità regionale tutta.
A seguito della Nota sulle emergenze del territorio siciliano che ho già inviato alle
Istituzioni in data 03 Agosto 2019, sulle opere incompiute e soprattutto sulla
drammatica situazione viaria della nostra Regione, dobbiamo purtroppo segnalare
un’ulteriore emergenza che sta distruggendo la nostra economia, l’eccessivo costo del
trasporto aereo.
Il “Caro Voli” rappresenta un problema particolarmente avvertito da tutta la popolazione
siciliana e da tutte le categorie che ne usufruiscono, indipendentemente dalle fasce di
reddito di appartenenza. E questa ulteriore difficoltà, aggiunta alla già disastrosa
condizione viaria nella nostra terra, sta completamente azzerando la continuità
territoriale che dovrebbe essere garantita ad ogni cittadino italiano, isole comprese.
Maggiormente colpiti da questa grave situazione sono senza dubbio i nostri giovani che
si ritrovano costretti, per motivi di studio e di lavoro, a usufruire dei servizi attualmente
offerti, non all’altezza di un territorio dove la mobilità rappresenta una necessità ed il
trasporto aereo l’unico mezzo rapido di trasporto; ma anche l’intera economia regionale
ne risente sempre di più così come la sua attrattività turistica fortemente penalizzata
dal lievitare dei costi.
La scarsità dei collegamenti viari e infrastrutturali, spesso carenti, ridotti o addirittura
assenti, inoltre, portano questa situazione ad uno stato di vera e propria emergenza.
La continuità territoriale, negli anni, non è stata mai pienamente realizzata né assicurata
ai cittadini dell’Isola, anche dopo che nel gennaio del 2016 la condizione di insularità
della Sicilia è stata riconosciuta da una risoluzione approvata dal Parlamento Europeo
affinchè si provvedesse a migliorarne le condizioni di vita e di trasporto.
Il “Caro Voli” costituisce, pertanto, un problema diventato ormai insostenibile, sia per i
cittadini siciliani sia per il sistema economico locale.
Una triste situazione che si ripropone puntualmente all’approssimarsi delle festività e
del periodo estivo che, proprio a causa del caro-tariffe per l’Isola, costituisce un’ulteriore
occasione di crescita economica fallita.
Tale criticità a mio avviso deve assolutamente rappresentare una priorità per la classe
politica e per tutti i soggetti che hanno specifiche competenze decisionali e gestionali.
Il Presidente della Regione, Nello Musumeci, si è speso più volte sull’argomento,
sottolineando le problematiche viarie e il “caro tariffe”, chiamando al dialogo e al fattivo
impegno le istituzioni preposte del settore e la deputazione siciliana a Roma ed a
Bruxelles “senza guardare alle appartenenze né al colore politico”.
Un appello al quale ancora oggi non si registra un adeguato e concreto riscontro nei
termini sperati per l’intero tessuto economico-sociale del territorio siciliano.
E’ urgente, a mio parere, mettere in campo tutte le iniziative necessarie ad assicurare
la continuità territoriale ad ogni cittadino dell’Isola con un regime esteso a tutte le tratte
da/per la Sicilia, affinchè si possano finalmente attivare tutte le misure atte a
compensare il gap legato alla posizione geografica della Sicilia, ampliando la
concorrenza dei vettori e abbattendo le spese aeroportuali.
Con la presente sollecito le SS.VV. Ill.me, ognuna per le proprie competenze, ad
attivarsi affinchè vengano attuate le opportune soluzioni che consentano
l’abbassamento delle tariffe aeree.
Ribadisco la priorità della questione per l’economia e l’immagine della nostra amata
Sicilia, una questione non più procrastinabile e che richiede un’urgente risoluzione.
Non è più il tempo dei proclami; servono immediati decreti attuativi che sollevino i
siciliani da questa grave situazione.
E’ altresì mio intendimento, in rappresentanza di tutto l’UDC Italia, di promuovere
quanto prima una manifestazione a Roma per sollecitare atti concreti e l’assunzione
delle responsabilità connesse alle funzioni rivestite dai soggetti in indirizzo.
Grato sin d’ora per l’attenzione e per quanto vorrete operare, porgo distinti saluti.
Palermo, lì 22/09/2019
On. Decio Terrana
Coordinatore Politico Regionale UDC

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su