Tu sei qui
Home > Politica > La regione Siciliana accanto alle scuole guida, No ad aumento dell’IVA retroattivo

La regione Siciliana accanto alle scuole guida, No ad aumento dell’IVA retroattivo

Oggi in IV Commissione legislativa Ars si è affrontato il tema dell’aumento retroattivo  dell’iva per le patenti di guida richiesto alle scuole guida dall’Agenzia delle entrate con risoluzione  n 79 del 2 settembre 2019 a seguito di una sentenza della Corte di Giustizia Europea.
“Siamo al fianco delle scuole guida in questa assurda richiesta che comporterebbe un esborso per ognuno di loro  di circa 110 mila euro ” dichiara l’on. Savarino “stiamo predisponendo un ordine del giorno, sottoscritto da tutta la Commissione,  per impegnare il governo Musumeci ad inviare una nota dettagliata al governo Conte affinchè  disapplichi questo provvedimento iniquo, e che mette a rischio chiusura circa 7 mila agenzie, ovvero più di 20 mila persone senza più lavoro.
Ci rendiamo conto che l’applicazione retroattiva dell’iva potrebbe causare una vera e propria macelleria sociale e non solo, il provvedimento è illogico perché considera le scuole guida come agenzie disbrigo pratiche senza riconoscere l’attività didattica che svolgono. E’inoltre assurdo stabilire per il futuro l’iva con l’aliquota massima al 22%, che vuol dire un aumento considerevole dei costi della patente in danno alle famiglie italiane.
Noi riteniamo che la retroattività dell’iva sia assolutamente ingiusta, illegittima e pericolosa per le piccole e medie imprese del settore. Ci faremo portavoce della problematica col Governo Nazionale che è l’unico a poter intervenire sull’agenzia  delle entrate.”

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su