Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Campobello di Licata > Campobello di Licata, trovato in casa dei genitori ma non poteva: arrestato

Campobello di Licata, trovato in casa dei genitori ma non poteva: arrestato

Nonostante fosse sottoposto alla misura di prevenzione della Sorveglianza speciale di Pubblica sicurezza, con obbligo di soggiorno nel comune di residenza, in un orario per lui non consentito, non ha esitato ad uscire da casa, pur di stare qualche ora in casa dei genitori, verosimilmente, per una visita e consumare il pranzo.

Ma ha fatto tutto di testa sua senza l’obbligatoria autorizzazione dell’Autorità Giudiziaria. Un passo però che non è sfuggito all’operato dei carabinieri della Stazione di Campobello di Licata, che l’hanno rintracciato e arrestato. Protagonista Maurizio Brancato, 44 anni, campobellese, disoccupato già noto alle Forze dell’Ordine, finito in manette per l’ipotesi di reato di inosservanza degli obblighi inerenti le prescrizioni della Sorveglianza speciale.

E’ stato accompagnato in caserma, e dopo le formalità di legge, su ordine del magistrato di turno, l’uomo è stato riaccompagnato nuovamente nella propria abitazione, in regime di arresti domiciliari, e in attesa dell’udienza di convalida dell’arresto. Il campobellese è finito più volte nei guai (detenzione illegale di arma, lesioni, danneggiamento e stupefacenti).

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su