Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Grotte > Grotte, maggioranza boccia proposta dell’opposizione di rinunciare al gettone di presenza in consiglio per devolverlo a favore dei bisognosi

Grotte, maggioranza boccia proposta dell’opposizione di rinunciare al gettone di presenza in consiglio per devolverlo a favore dei bisognosi

I consiglieri di maggioranza bocciano la proposta dell’opposizione di rinunciare al gettone di presenza. Lo rendono noto i consiglieri del movimento 5 stelle i quali puntualizzazione che nella seduta del 10 settembre il gruppo di maggioranza ha scelto di astenersi, ritenendo questa una “proposta che affonda le radici della demagogia e del populismo politico” e riconoscendo nel gettone di presenza un “simbolo di dignità del nostro ruolo, del ruolo che siamo chiamati a ricoprire”. Noi, invece, pensiamo- aggiunge l’opposizione- che un simile atto potrebbe anzi esaltare la dignità del ruolo che ricopriamo. Pensiamo che 200 euro in più o in meno all’anno nelle nostre tasche non fanno la differenza. E, soprattutto, che più appagante sarebbe vedere questi soldi spesi per l’acquisto di beni o la fornitura di servizi utili a tutta la cittadinanza. Facendo un semplice calcolo, annualmente i consiglieri percepiscono circa 200 euro che, se moltiplicati per 12 diventano 2.400, per 5 anni 12.000. Cosa avremmo potuto fare con questa somma? Soldi che sarebbero potuti servire per i cittadini bisognosi di Grotte ai quali si sarebbero potuti assicurare diversi servizi che con fondi comunali non sono e non potranno essere assolutamente garantiti

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su