Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Agrigento > Lampedusa, rubano telefonino a turista e le offerte per gli animali. Arrestati due tunisini

Lampedusa, rubano telefonino a turista e le offerte per gli animali. Arrestati due tunisini

Due tunisini, entrambi trentanovenni, sbarcati nei giorni scorsi con un barchino, ospiti dell’Hotspot di contrada “Imbriacola”, a Lampedusa sono stati arrestati dai carabinideri. Prima hanno rubato un telefono cellulare a una turista, nei minuti successivi hanno rotto la cassetta con le offerte in difesa degli animali, prelevando i soldi, collocata nei pressi della centralissima via Roma.

I protagonisti, una volta rintracciati dai carabinieri, sono andati in escandescenze, scagliandosi contro gli uomini in divisa. Sono stati immobilizzati e ammanettati. Addosso a uno di loro trovato un coltello. Adesso devono rispondere dell’ipotesi di reato di resistenza a Pubblico ufficiale, nonché denunciati per furto aggravato in concorso, e porto ingiustificato di arma bianca.

Uno con la nave di linea, l’altro con una motovedetta militare, sono già stati trasferiti ad Agrigento. Da qualche mese a questa parte, sull’isola più grande delle Pelagie, è tornata a farsi alta la tensione. Lo ha ripetuto più volte il sindaco Martello, e una serie di episodi di criminalità lo confermerebbero.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su