Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Canicattì > Canicattì, beccati 27 incivili della spazzatura.Sorpresi dalle telecamere. Tra loro liberi professionisti e commercianti.

Canicattì, beccati 27 incivili della spazzatura.Sorpresi dalle telecamere. Tra loro liberi professionisti e commercianti.

Altri ventisette  incivili della spazzatura beccati a Canicattì. Stavolta, non sono stati i controlli dei vigili urbani nei sacchetti abbandonati a beccarli ma le immagini delle telecamere piazzate nei punti nevralgici della città dove si registra un maggior numero di rifiuti abbandonati ad immortalare i loro volti ed il numero delle targhe di auto e furgoni da dove veniva scaricata la spazzatura. Acquisite le registrazioni adesso il comando della polizia municipale provvederà ad identificarli e per loro si preannunciano tempi abbastanza duri. Infatti,  verrà notificata una multa che potrà anche arrivare sino a 600 euro mentre l’amministrazione comunale è orientata a presentare una denuncia alla magistratura di Agrigento, dove si ipotizza il reato di inquinamento ambientale. Ma quello che più preoccupa gli amministratori che tra gli incivili vi sono anche dei liberi professionisti e commercianti. Gente di un ceto sociale  elevato, molti dei quali criticano in maniera aspra, soprattutto sui social, l’amministrazione ritenendola incapace di risolvere il problema dell’abbandono della spazzatura e soprattutto accusa che  immigrati e gente dell’Est Europa tacciandoli come protagonisti di questo scempio. Da qualche tempo, a Canicattì sono stati potenziati i controlli da parte dell’amministrazione comunale dopo lo scempio che si registra in centro e nelle periferie a causa dell’abbandono dei rifiuti. Per questo sono state sistemate in varie parti telecamere ad infrarossi in grado di registrare anche con il buio. Ed i risultati non si sono fatti attendere. Centinaia le multe e gli incivili sin qui beccati a lasciare spazzatura un po’ ovunque.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su