Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Processo Barbanera azzerato. Tre agrigentini alla sbarra

Processo Barbanera azzerato. Tre agrigentini alla sbarra

E’ stato azzerato il processo scaturito dall’operazione ‘Barbanera’, condotta dalla Guardia di finanza, e coordinata dalla Dda di Palermo, su un giro d’affari di un’organizzazione di trafficanti di essere umani e di sigarette. La seconda sezione della Corte di assise di Palermo (presidente Alfredo Montalto) ha dichiarato l’incompetenza per territorio, e ordinato la trasmissione degli atti alla competente Corte di Assise di Trapani, per l’ulteriore corso. Tra gli imputati, tre sono agrigentini, Filippo Solina, 52 anni, di Lampedusa; Salvatore Spalma, 30 anni di Agrigento; e Francesco Sacco, 54 anni, di Porto Empedocle. Complessivamente coinvolte 14 persone (12 le misure eseguite). Gli agrigentini avevano in particolare, il compito di rubare a Lampedusa i pescherecci e i motori utilizzati per le traversate e sequestrati.

Nel corso del processo, con il rito abbreviato, il legale difensore di uno degli imputati, l’avvocato Salvatore Pennica, ha sollevato l’eccezione di nullità del decreto di giudizio immediato. Eccezione che è stata accolta dai giudici della Corte di assise. I reati contestati dai pubblici ministeri agli imputati sono di associazione a delinquere a carattere transnazionale, finalizzata alla commissione dei delitti di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, contrabbando di tabacchi lavorati esteri, e furto di beni sottoposti a sequestro.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su