Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Agrigento, sequestrati carne e pesce in cattivo stato di conservazione

Agrigento, sequestrati carne e pesce in cattivo stato di conservazione

Prodotti carnei e ittici, trovati in cattivo stato di conservazione, sono stati sequestrati nel corso di un’ispezione, dagli agenti della Polizia Stradale di Agrigento. Il sequestro nell’ambito dell’operazione “Alto Impatto”, finalizzato a contrastare possibili forme di irregolarità durante il viaggio, e per tutelare il diritto alla salute, ed il rispetto delle normative igienico sanitarie nel settore alimentare ed ittico. L’attività ha permesso di controllare i veicoli, che si occupano del trasporto di alimenti in genere.

Gli accertamenti sono stati eseguiti, in posti di controllo, sulla strada statale 640 fra Agrigento e Favara, e lungo la Ss 115 nel tratto che collega Licata con Porto Empedocle, fino a Sciacca. Complessivamente fermati e controllati una cinquantina di furgoni e camion, che trasportavano soprattutto in celle frigorifere, prodotti alimentari di ogni tipo. In un caso, il conducente di un autocarro, è stato denunciato in stato di libertà, alla Procura della Repubblica di Agrigento, e la merce (carne e pesce) sequestrata per la successiva distruzione, su disposizione del magistrato di turno, a causa del cattivo stato di conservazione.

Complessivamente nei vari controlli sono stati accertate 28 violazioni, per un totale di 20.000 euro di multe. Tra le irregolarità riscontrate, gelati, prodotti ittici e pizze, trasportati in furgoni congelatori, ad una temperatura non adeguata.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su