Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Agrigento > Agrigento, “No ai bus vicino agli uffici”, la protesta dei lavoratori del Genio civile. Il Sadirs: problemi di sicurezza e salute

Agrigento, “No ai bus vicino agli uffici”, la protesta dei lavoratori del Genio civile. Il Sadirs: problemi di sicurezza e salute

Piazzale Rosselli, antistante gli uffici del Genio civile di Agrigento, sarà ampliato e gran parte dello spazio sarà ceduto per il parcheggio degli autobus. Una notizia che ha messo in allarme i lavoratori che si sono rivolti al sindacato Sadirs. L’iniziativa infatti rischia di creare problemi alla sicurezza e alla salute dei dipendenti e della numerosa utenza che si reca quotidianamente in quegli uffici. “I dipendenti sono preoccupati – spiegano Giovanni Coco e Franco Madonia del Sadirs – non solo per la cessione di ulteriore spazio del parcheggio interno dell’ufficio, ma soprattutto per il massiccio stazionamento di autobus in prossimità degli uffici, che registrano una notevole presenza di personale in servizio e di utenza servita, e circa la qualità dell’aria che ne deriverebbe, in considerazione dell’incremento delle immissioni in aria degli scarichi diesel degli autobus”.
Il Sadirs in una nota inviata a prefetto e uffici regionali rileva che “sembra siano state individuati come stallo degli autobus i due parcheggi di piazza Vittorio Emanuele che non faranno altro che congestionare ulteriormente il traffico cittadino, nonché creare le condizioni di aumento delle concentrazioni di CO2 nell’aria della zona con inevitabile pregiudizio per la salute pubblica dei lavoratori e dei cittadini che si recano presso il Genio Civile di Agrigento.
Il Sadirs ricorda che il problema era stato sollevato già nel febbraio 2016 “anche in ordine al rispetto delle procedure di legge in tema di cessione di pertinenze di immobili soggetti a vincoli come sembra essere l’Ufficio del Genio Civile ex Gil. E la precedente nota sindacale è rimasta senza alcun riscontro in palese difformità alle disposizioni normative”. Dunque il Sadirs ribadisce i timori e chiede che vengano presi provvedimenti.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su