Tu sei qui
Home > Rubriche > Oltre la provincia > Sequestrati 240 chili di sigarette di contrabbando, arrestati padre e figlio

Sequestrati 240 chili di sigarette di contrabbando, arrestati padre e figlio

 La polizia di Stato ha arrestato, con l’accusa di contrabbando di sigarette, padre e figlio, bloccati su due auto diverse, con decine di scatole di “bionde”, sistemate nel portabagagli e sui sedili posteriori. Si tratta di Nazareno La Corte, 55 anni, e il figlio, Antonino, di 36. Due insospettabili. Gli arresti sull’autostrada A20 vicino a Buonfornello.
Gli investigatori della Squadra Mobile palermitana forse li seguivano da tempo, e li hanno fermati ad un posto di blocco. Complessivamente trovate e sequestrate 31 scatole di sigarette di contrabbando. In totale 240 chili, pronte per essere vendute sul mercato illegale di Palermo. Il guadagno è stato stimato in circa 50mila euro.
Il contrabbando di sigarette non si ferma mai. A Palermo le piazze più conosciute sono quelle di Ballarò e del Capo dove le marche prodotte soprattutto all’Est vengono vendute a prezzi stracciati tra i banchi dei mercati storici. E’ la “strada” del mare tra le più battute per portare in Italia le sigarette illegali, quasi sempre provenienti dalle coste tunisine.
Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su