Tu sei qui
Home > Rubriche > Oltre la provincia > Pedofilia, arrestato ragioniere in pensione. Scoperte chat con bambine piccole

Pedofilia, arrestato ragioniere in pensione. Scoperte chat con bambine piccole

Gli agenti della polizia di Stato hanno arrestato un ragioniere di 62 anni in pensione di Vittoria, ma residente a Comiso, per ingente detenzione di materiale pedopornografico che gli investigatori definiscono “molto violento e perverso”.  L’uomo era stato interrogato da investigatori della Squadra Mobile di Ragusa, nell’ambito di un’indagine su altro reato e la sua reticenza ha convinto, all’inizio, i poliziotti che volesse coprire qualcuno. Per evitare di essere indagato per favoreggiamento si è recato nella sua abitazione dove, durante una perquisizione, nella sua auto è stato trovato un hard disk.

Dalla visione è emerso la presenza di video pornografici, ma anche di pedofilia: in una cartella sono state scoperte numerose chat con bambine molto piccole. Al termine dell’ispezione sono stati rinvenuti quasi centinaia di file pedopornografici tra video e foto che l’indagato nascondeva assieme a immagini della sua famiglia che ne ha dimostrato la proprietà. L’arrestato, che dopo la scoperta dell’hard disk non ha più parlato con la polizia, si è limitato a dire che il contenuto risale a quattro anni fa. Il Gip ha convalidato l’arresto. L’uomo si trova ai domiciliari a casa.

Pubblicità Lirenas Gas

Articoli Simili

Su