Tu sei qui
Home > Rubriche > Oltre la provincia > Tangenti eolico, la Regione Sicilia revoca le concessioni

Tangenti eolico, la Regione Sicilia revoca le concessioni

Il dirigente generale del dipartimento dell’Energia Salvatore D’Urso, d’intesa con il governatore Nello Musumeci, ha disposto la sospensione immediata e l’avvio del procedimento di revoca delle autorizzazioni ad alcune delle società, che avevano presentato progetti sulle energie rinnovabili, finite al centro dell’indagine emersa nei giorni scorsi.

In particolare, si tratta delle società: “Sunpower”, per un impianto (in realtà non ancora realizzato) da 55 megawatt nel territorio di Carlentini e Melilli, in provincia di Siracusa; Etnea per dieci collegamenti alla Rete elettrica nazionale per altrettanti impianti di mini-eolico a Calatafimi-Segesta nel Trapanese.

Sono stati inoltre sospesi i procedimenti in corso per autorizzare due impianti per la produzione di biometano richiesti dalla società “Solgesta”. In quest’ultimo caso, è stata rilevata anche l’enorme sproporzione fra l’investimento previsto (oltre 80 milioni di euro) e il capitale sociale versato (2.500 euro), nonché il mancato nulla-osta da parte della Società d’ambito dei rifiuti.

Pubblicità Lirenas Gas

Articoli Simili

Su