Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Agrigento > Ragazzo agrigentino ferito per sbaglio da fucilata, i carabinieri hanno ricostruito i fatti

Ragazzo agrigentino ferito per sbaglio da fucilata, i carabinieri hanno ricostruito i fatti

Ricostruito dai carabinieri del Comando provinciale di Agrigento, il litigio scoppiato a Lampedusa, culminata con il ferimento di un sedicenne, D.C., raggiunto da una fucilata, sparata dal padre. Intorno alle 2 di notte, due soggetti S.C., 50 anni, e L.G., 51 anni, entrambi residenti a Lampedusa, hanno avuto una lite presso un bar del centro dell’isola per futili motivi.

Intorno alle 5 del mattino L.G., si è recato a casa dell’altro, armato di coltello e lo ha minacciato. La zuffa, quindi, è ripresa, tra i due, e S.C., ha imbracciato il suo fucile da caccia calibro 12, regolarmente detenuto. Nella violenta colluttazione è partito un colpo, che ha attinto il figlio minorenne al fianco e al gomito sinistro.

Il ragazzo ferito è stato trasferito con elisoccorso del 118 all’ospedale “San Giovanni di Dio” di Agrigento. È stato sottoposto ad un delicato intervento chirurgico. È in prognosi riservata sulla vita. Nel parapiglia anche L.G., è rimasto ferito, ed è stato portato in elicottero presso l’ospedale “Civico” di Palermo. Riscontrato all’uomo un trauma cranico. Sia S.C., che il “rivale” L.G., sono stati denunciati.
Pubblicità Lirenas Gas

Articoli Simili

Su