Tu sei qui
Home > Rubriche > Oltre la provincia > Verbali Tuzzolino. Condannata pubblico ministero della Dna

Verbali Tuzzolino. Condannata pubblico ministero della Dna

Complessivi 40 giorni di reclusione, pena sospesa, è la condanna inflitta a Maria Teresa Principato, ex procuratore aggiunto di Palermo e ora alla Direzione nazionale antimafia, imputata a Caltanissetta, per rivelazione di segreto d’ufficio. Un altro procedimento riguarda l’ex procuratore di Trapani, ora procuratore generale a Firenze, Marcello Viola, che è stato assolto.

Un appuntato della Guardia di finanza, Calogero Pulici (ex assistente della Principato), è stato prosciolto in un procedimento e assolto nell’altro. Principato avrebbe “indebitamente – secondo l’accusa – rivelato al finanziere indagato notizie coperte dal segreto, segnatamente l’oggetto del procedimento penale, e che lo stesso era relativo al rinvenimento nei dispositivi informatici dell’indagato di ‘dati sensibili concernenti l’attività lavorativa e la sfera privata della stessa”.

Viola era accusato di aver ricevuto, da Calogero Pulici, una pen drive contenente materiale coperto da segreto investigativo, contenente i verbali di interrogatorio dell’agrigentino Giuseppe Tuzzolino.
Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su