Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Agrigento > Concessi i domiciliari al sottocapo della Guardia costiera

Concessi i domiciliari al sottocapo della Guardia costiera

Concessi gli arresti domiciliari a Luca Fresco, il 42enne di Agrigento, sottocapo alla Capitaneria di porto – Guardia costiera di Porto Empedocle, arrestato dai suoi stessi colleghi, appartenenti alla sezione di Polizia giudiziaria della Procura della Repubblica, venerdì scorso.

Lo ha deciso il Gip del Tribunale di Agrigento, Stefano Zammuto, accogliendo la richiesta del legale difensore dell’indagato, l’avvocato Mariangela Cucchiara. Il reato contestato è traffico di influenze illecite (articolo 346 bis), e non come inizialmente ipotizzato millantato credito e truffa aggravata continuata.

Nel corso dell’interrogatorio Fresco non ha risposto ad alcuna domanda, e si è avvalso della facoltà di non rispondere. Il Gip al termine dell’udienza ha convalidato l’arresto, e disposto gli arresti domiciliari. Fresco avrebbe chiesto soldi in cambio di un lavoro, o ancora in cambio di certificati di abilitazione, e titoli professionali.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su