Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Imbrò: “Per la Questura di Agrigento si chiude un ciclo storico”

Imbrò: “Per la Questura di Agrigento si chiude un ciclo storico”

“Ci sembra doveroso salutare il Dirigente superiore Maurizio Auriemma, Questore di Agrigento, insediatosi nella nostra città l’1 luglio del 2017. Lo ringraziamo per quanto di positivo ha saputo donare nell’arco della sua permanenza, ad una Questura, quale è la nostra, e per la sensibilità dimostrata in particolari ed emblematiche criticità derivate dalle pregnanti ed estenuanti attività lavorative a cui sempre più spesso devono far fronte gli uomini e le donne della Polizia di Stato di questa Provincia, tematiche affrontate e rappresentate dal Movimento dei poliziotti democratici e riformisti, che ricordiamo essere la prima in termini di associati, con attenta ed equilibrata corrispondenza dal dott. Auriemma al quale ribadiamo la nostra stima augurandogli un proficuo e sereno lavoro presso l’importante Questura di Bergamo”. Così la nota del Movimento dei poliziotti democratici e riformisti della provincia di Agrigento.

“Contestualmente, ci sia data l’opportunità – sottolinea il segretario generale provinciale del Mp Alfonso Imbrò -, di dare  il nostro sincero e costruttivo benvenuto al neo Questore di Agrigento, Dirigente Superiore Rosa Maria Iraci, alla quale diamo l’immediata nostra disponibilità per un confronto leale e costruttivo finalizzato a raggiungere un duplice ed importante risultato, la funzionalità complessiva dell’apparato sicurezza nella nostra Provincia, malgrado le note carenze organiche, coniugandolo al benessere del personale. Quindi efficacia ed  efficienza  nell’interesse della cittadinanza senza mai trascurare i diritti degli uomini e delle donne della Polizia di Stato, certi di trovare nel nostro qualificato  interlocutore una equa corrispondenza”.

“Con il questore Auriemma – conclude Imbrò -, per la Questura si chiude un ciclo storico di uomini che hanno ricoperto questo prestigioso incarico essendo il neo questore Iraci la prima donna in assoluto a guidare la Questura Agrigentina, questo, per noi  del Movimento è segno inequivocabile, nel rispetto di ciò che di positivo fino ad oggi si è raggiunto, di un ulteriore input innovativo e propulsivo  per la città di Agrigento”.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su