Tu sei qui
Home > Primo Piano > Reddito di cittadinanza, nuove regole per ottenerlo. Stop sussidio condannati mafia

Reddito di cittadinanza, nuove regole per ottenerlo. Stop sussidio condannati mafia

I potenziali beneficiari del reddito di cittadinanza, in Sicilia, sono elevati. Saranno coinvolte almeno 350 mila famiglie, di queste si stima il 15 per cento nell’agrigentino. La Sicilia è la seconda regione dopo la Campania per numero di beneficiari. Ma ci sono in arrivo delle novità. Niente sussidio per chi ha condanne per mafia, e niente reddito per i cittadini che hanno cambiato residenza negli ultimi mesi.  “Ai fini del sussidio non saranno validi i cambi di residenza fatti negli ultimi tre mesi”, ha detto Di Maio. Un’altra modifica estenderà la revoca del beneficio dalla sola condanna definitiva per truffa aggravata anche a condanne per terrorismo, sequestro di persona e associazioni di tipo mafioso.

Inoltre previsto lo stop al sussidio per cinque anni per chi presenterà dichiarazioni Isee e documenti non corretti. In caso di vere e proprie truffe si rischiano condanne fino a 6 anni. Inoltre chi viene beccato a lavorare “in nero” perderà il beneficio per sempre. Cambia anche il sistema per le offerte di lavoro. Chi riceve il reddito di cittadinanza non dovrà accettare qualsiasi offerta di lavoro, ma solo quelle che prevedono uno stipendio superiore ai 780 euro del sussidio.

In Sicilia ad esempio si ridurrà quindi la possibilità di perdere il reddito di cittadinanza, perché il salario medio è inferiore ai mille euro.Infine sarà reso più difficile il percorso per presentare la domanda a chi è extracomunitario.

Pubblicità Lirenas Gas

Articoli Simili

Su