Tu sei qui
Home > Rubriche > Oltre la provincia > Arrestato gioielliere, sequestrati beni

Arrestato gioielliere, sequestrati beni

Finisce agli arresti domiciliari Tommaso Geraci, il fratello di Francesco, il collaboratore di giustizia che ha svelato diversi segreti della latitanza del boss Matteo Messina Denaro. Ai domiciliari anche il figlio di Tommaso, Antonino. Sono entrambi gioiellieri, come un tempo lo era Francesco, titolari della società “Gia srl”, che gestisce due compro oro, a Mazara del Vallo e a Castelvetrano.

Le indagini dei carabinieri del Nucleo Investigativo e dei finanzieri del Nucleo di polizia economico finanziaria di Trapani accusano i Geraci di riciclaggio e impiego di denaro, beni e utilità di provenienza illecita e anche di false fatturazioni. Un’inchiesta coordinata dalla procura di Marsala, che ha portato al sequestro di una lussuosa villa, di conti correnti e altri beni per un valore complessivo di un milione e 700 mila euro.

L’oro proveniente da furti e rapine finiva nel circuito ideato da Tommaso Geraci, attraverso un giro di fatture per operazioni inesistenti.

Pubblicità Lirenas Gas

Articoli Simili

Su