Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Gestione manifestazioni pubbliche, Questura incontra amministrazioni comunali

Gestione manifestazioni pubbliche, Questura incontra amministrazioni comunali

La Questura di Agrigento, ha deciso di condividere con le amministrazioni comunali del capoluogo e degli altri 42 comuni della provincia ed i rispettivi Comandi delle Polizie Locali alcuni momenti di riflessione ed analisi in relazione alle fasi organizzative e di gestione delle manifestazioni pubbliche. Ciò al fine di consentire ai competenti Uffici di questa Questura la predisposizione di adeguate misure di vigilanza, ordine e sicurezza pubblica, nonché degli eventuali conseguenti atti amministrativi connessi alle citate iniziative. I citati incontri, aperti alle altre Forze di Polizia, hanno visto il coinvolgimento di tutti gli attori impegnati nella gestione della “safety” e della “security” connessi alle pubbliche manifestazioni che hanno illustrato ruoli, competenze ed adempimenti da porre in essere nelle fasi organizzative e di svolgimento degli eventi pubblici.

Il gruppo di lavoro che ha tenuto gli incontri in questione, svoltisi presso i locali della Questura, è stato costituito dal  Primo Dirigente della Polizia di Stato, Fatima Celona – Dirigente della Divisione Polizia Amministrativa e Sociale di questa Questura che ha trattato gli aspetti relativi agli adempimenti amministrativi ed autorizzatori connessi all’organizzazione di eventi pubblici di piazza, pubblici spettacoli e trattenimenti danzanti, dal Vice Questore della Polizia di Stato, Carlo Mossuto – Capo di Gabinetto del Questore che ha illustrato gli aspetti relativi alla predisposizione e gestione dei servizi di ordine e sicurezza pubblica in occasione di manifestazioni pubbliche, dal Comandante Provinciale dei Vigili del Fuoco di Agrigento, Michele Burgio e dal suo Vice Andrea Abbruzzo, che hanno trattato gli aspetti relativi alla prevenzione e sicurezza antincendio, dalla dott.ssa Gesua Palumbo, Funzionario del Dipartimento di Protezione Civile Regionale che ha esposto gli aspetti connessi alla predisposizione dei piani socio-sanitari che dovranno essere assicurati dagli organizzatori delle manifestazioni nell’ambito delle misure di “safety” e dal Direttore della Centrale Operativa “118”, Giuseppe Misuraca e dal Coordinatore Infermieristico della citata Direzione, Calogero Alaimo, che hanno trattato gli aspetti sanitari connessi alla predisposizione dei citati piani.

Oggi l’ultimo dei quattro appuntamenti previsti con la partecipazione dei rappresentanti delle amministrazioni comunali e delle Polizie Locali dei comuni di Burgio, Calamonaci, Caltabellotta, Lucca Sicula, Menfi, Montevago, Ribera, Sambuca di Sicilia, Sciacca, Santa Margherita Belice, Villafranca Sicula. Gli incontri precedenti si sono tenuti con la partecipazione dei comuni di Agrigento, Porto Empedocle, Favara, Cattolica Eraclea, Ioppolo Giancaxio, Lampedusa-Linosa, Montallegro, Raffadali, Realmonte, Siculiana; poi con la presenza dei comuni di Alessandria della Rocca, Bivona, Cammarata, Casteltermini, Cianciana, San Biagio Platani, San Giovanni Gemini, Santo Stefano Quisquina, ed ancora con la partecipazione dei comuni di Aragona, Canicattì, Castrofilippo, Comitini, Grotte, Racalmuto, S. Elisabetta, Sant’Angelo Muxaro, Camastra, Naro, Campobello di Licata, Licata, Palma di Montechiaro, Ravanusa.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su