Tu sei qui
Home > Rubriche > Oltre la provincia > Mafia, collaboratore Di Matteo: “Quello ha detto un sacco di bugie”

Mafia, collaboratore Di Matteo: “Quello ha detto un sacco di bugie”

“Io l’ho detto subito che Vincenzo Scarantino aveva detto un sacco di bugie e fesserie sulla strage di Via D’Amelio, da siciliano non capivo cosa dicesse. La ragione me l’hanno data dopo 25 anni”. A parlare il collaboratore di giustizia, Santino Di Matteo, in un’intervista per il telegiornale di Tv2000.

“Ieri sera – ha spiegato Di Matteo, il cui figlio Giuseppe venne rapito, ucciso e sciolto nell’acido nel 1996 quando aveva 15 anni. – Ho sentito in tv l’intervista a Fiammetta, la figlia di Paolo Borsellino. Venticinque anni fa io ho avuto un confronto con Scarantino.

Quando ha finito di parlare ho detto: “Guardate che questo non fa parte di nessuna organizzazione. Questo più che rubare ruote di scorta, radio delle macchine o vendere qualche pacchetto di sigarette di contrabbando, non ha fatto. Questo non sa, ve lo dico io”.

Pubblicità Lirenas Gas

Articoli Simili

Su