Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Agrigento > Agrigento, boss condannato per violazione della Sorveglianza

Agrigento, boss condannato per violazione della Sorveglianza

La pena ad 1 anno di reclusione è stata inflitta al boss Antonio Massimino, di 51 anni, di Agrigento. La sentenza è stata emessa dal Gup del Tribunale di Agrigento, Francesco Provenzano. In questo procedimento era accusato di violazione della Sorveglianza speciale di Pubblico sicurezza, a cui è sottoposto da tempo, e, in particolare, per l’obbligo di far rientro a casa alle 20 e non uscire prima delle 7 dell’indomani mattina.

Massimino, due anni fa, era stato “pizzicato” alla guida di un’automobile, nonostante le prescrizioni, dai poliziotti della Squadra Mobile di Agrigento, che lo avevano denunciato. Il dispositivo, atteso già nel novembre scorso, era stato rinviato per acquisire documentazione mancante come i carichi pendenti, ed il certificato penale dell’imputato. L’accusa aveva chiesto la condanna ad 1 anno di reclusione ridotta a 8 mesi, in virtù della scelta di farsi giudicare con il rito abbreviato.

La difesa di Massimino, rappresentata dall’avvocato Salvatore Pennica, aveva chiesto invece l’assoluzione o, in subordine, di porre l’eventuale condanna in continuazione con una precedente pena da scontare.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su