Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Licata, condannato per violazione dei sigilli. Sconterà tre anni in carcere

Licata, condannato per violazione dei sigilli. Sconterà tre anni in carcere

Il Tribunale di Sorveglianza di Palermo ha rigettato la richiesta di affidamento in prova ai servizi sociali, presentata dall’avvocato Angela Porcello, nell’interesse di Antonino Viglianesi, 57 anni originario di Catania, da tanti anni residente a Licata. Viglianesi, nel febbraio 2018, è stato condannato a 3 anni di reclusione, e al pagamento di 51 mila euro di multa per violazione della normativa ambientale e violazione di sigilli.

Tra il novembre ed il dicembre 2010 avrebbe sottratto alcune batterie dalla discarica di rifiuti speciali abusiva che lui stesso aveva creato e che, poco prima, era stata posta sotto sequestro.

Viglianesi, in passato, è stato denunciato, in alcuni casi anche condannato, per diversi reati (armi, rapina, sequestro di persona e furto). Dopo l’ultima condanna, essendo la pena entro il tetto dei quattro anni, aveva chiesto l’affidamento in prova ai servizi sociali,  vista di una imminente assunzione alle dipendenze di una ditta, la “Eco.Ris” di Canicattì. Richiesta rigettata. Niente misure alternative. Sconterà la condanna in carcere.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su