Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Canicattì > Canicattì, diffamò l’ex Presidente del Consiglio comunale Mimmo Licata. Condannato

Canicattì, diffamò l’ex Presidente del Consiglio comunale Mimmo Licata. Condannato

Dovrà risarcire mille euro all’ex Presidente del Consiglio Comunale di Canicattì, Domenico Licata. Lo ha deciso la corte d’appello di Palermo che ha emesso la sentenza nei confronti di Giovanni Maira, il quale era stato querelato dall’ex presidente ed oggi consigliere comunale cinque anni addietro. La vicenda è relativa allo spostamento di alcuni cassonetti della spazzatura che si trovavano nei pressi dell’abitazione di Domenico Licata. Secondo, Maira, era stato l’ex Presidente su sua sollecitazione a far si che i cassonetti venissero spostati perché non gradiva che fossero in quel posto. L’imputato, aveva anche promosso una raccolta di firme affinchè i contenitori tornassero al proprio posto. Ieri, dopo cinque anni di udienze si è chiusa questa vicenda giudiziaria con la condanna dell’imputato al risarcimento danni ed al pagamento delle spese processuali circa 2600 euro. “I soldi che incasserò- ha detto il consigliere comunale Mimmo Licata- saranno interamente devoluti in beneficenza affinchè vengano spesi a favore dei bambini diversamente abili della città”. L’ex presidente del consiglio comunale è stato assistito dall’avvocato Calogero Meli.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su