Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Agrigento montana > Canicattì : Distretto Socio Sanitario D3. Persi i fondi per assistenza domiciliare integrata agli anziani.

Canicattì : Distretto Socio Sanitario D3. Persi i fondi per assistenza domiciliare integrata agli anziani.

Il distretto socio sanitario D3, di cui il comune di Canicattì è capofila ed è composto da Camastra, Campobello di Licata,  Castrofilippo, Grotte, Naro, Racalmuto e Ravanusa ha perso i fondi per l’ implementazione delle prestazioni di natura assistenziale attivate nell’ambito del servizio di assistenza domiciliare integrata”. Per l’attivazione di questi servizi  esisteva un fondo a disposizione di oltre 16 milioni e ottocentomila euro. Tutto finalizzato al sostegno economico di progetti indirizzati al miglioramento della qualità di vita dei cittadini con particolare riferimento alle persone anziane  che più necessitano di interventi di sostegno in termini di servizi e assistenza. Per ottenere i finanziamenti a marzo scorso la regione aveva riaperto i termini per la presentazione delle domande. Lo stanziamento della Regione risaliva al 2017.  L’unico distretto socio sanitario della provincia di Agrigento a prendere parte all’avviso è stato quello di Bivona di cui fanno parte diversi comuni montani. Gli altri distretti, compreso quello di Canicattì non hanno presentato nessun progetto venendo tagliati completamente fuori.  Una grande opportunià persa per il comune di Canicattì e gli altri paesi dell’hinterland nell’erogazione di servizi in favore della terza età. Che il distretto D3 sia stato escluso lo si legge in un decreto dell’assessorato regionale alla Famiglia pubblicato in questi giorni.

 

 

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su