Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Agrigento > Truffa on line, condannata giovane favarese

Truffa on line, condannata giovane favarese

Il giudice monocratico del Tribunale di Agrigento, Vincenzo Ricotta ha condannato a 4 mesi e 20 giorni di reclusione Paola Lombardo, 32 anni, di Favara. Assolta la madre della ragazza Giuseppa Sciumè, 54 anni, anch’essa favarese. Nello stesso procedimento stralciata la pozione di un terzo imputato, Simone Tuzzolino, 25 anni, amico della ragazza, anch’egli di Favara.

I tre erano accusati di truffa. L’episodio è accaduto il 23 dicembre del 2014. La 32enne avrebbe messo in vendita un metal detector su un sito internet per annunci. A rispondere è stato un siracusano. La donna, dopo avere concordato il pagamento di 250 euro, attraverso la ricarica di una carta di credito prepagata, intestata alla madre, ha inviato un pacco pieno di mattonelle. La giovane, sentita in aula, ha ammesso di avere fatto tutto da sola all’insaputa della madre.

Pubblicità Lirenas Gas

Articoli Simili

Su