Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Canicattì > Ha investito e ucciso ragazza, denunciato impiegato canicattinese

Ha investito e ucciso ragazza, denunciato impiegato canicattinese

E’ stato denunciato l’impiegato quarantatreenne di Canicattì, che l’altra notte, si trovava alla guida della Renault Clio, che ha investito e ucciso J.B., la ventiduenne, originaria di Rimini, e domiciliata a Porto Empedocle, lungo la strada statale 123, nel tratto di collegamento fra Canicattì, Campobello di Licata e Licata. Le ipotesi di reato sono omissione di soccorso e omicidio stradale.

La ragazza, da tempo sofferente di problemi psichici, era ospite di una comunità di Licata. Nei giorni scorsi, era stata portata e ricoverata al reparto di psichiatria dell’ospedale “Barone Lombardo” di Canicattì. Senza farsi notare, l’altra sera, si era allontanata. Probabilmente voleva ritornare a Licata. Stava percorrendo la statale, quando a causa dell’oscurità non è stata vista dall’automobilista che, dopo l’impatto mortale, si è allontanato.

A quanto pare, sotto choc è andato a casa, ma è poi tornato, assieme alla moglie, sul luogo del sinistro, dove nel frattempo erano già giunti i carabinieri della Stazione di Naro e quelli del Nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di Licata che, si sono occupati dei rilievi. Ai militari dell’Arma, il canicattinese ha raccontato cosa era accaduto poco prima, aggiungendo di non avere visto quella ragazza camminare sul ciglio della strada.

Pubblicità Lirenas Gas

Articoli Simili

Su