Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Assegnato al questore di Agrigento Maurizio Auriemma il premio “Empedocle”

Assegnato al questore di Agrigento Maurizio Auriemma il premio “Empedocle”

Un premio speciale è stato attribuito al questore di Agrigento, Maurizio Auriemma, nel corso del “Premio Internazionale Empedocle per le Scienze Umane”, in memoria di Paolo Borsellino, giunto alla XXV^ Edizione, che si è svolto nella Sala Zeus del Museo Archeologico Regionale “Pietro Griffo”.

Con la seguente motivazione: “Questore della Provincia di Agrigento dall’1 luglio del 2017, ha subito dimostrato una grande competenza professionale, acquisita negli anni presso altre sedi di servizio molto impegnative quali Genova, Milano e per ultima Trento, dove ha ricoperto l’incarico di Vicario con eccezionali risultati. Sin dal primo giorno del suo arrivo ad Agrigento, ha cominciato a conoscere ed apprezzare questa terra, e tutto il suo impegno è stato proteso a migliorarne le condizioni di sicurezza, intesa come bene collettivo indispensabile per una sana crescita sociale ed economica”.

“La sua strategia operativa, che ha permesso di raggiungere importanti risultati, è stata incentrata fino ad oggi a rafforzare l’ attività di prevenzione generale, riducendo al minimo i settori burocratici amministrativi, per incrementare gli organici dediti al controllo del territorio ritenendo fondamentale questa attività per migliorare la condizione dell’ordine e della sicurezza pubblica nella Provincia. La maggiore presenza sul territorio di rappresentanti della polizia di Stato ha permesso ai cittadini di acquisire una maggiore percezione di sicurezza, ha consentito interventi maggiori per contrastare episodi delittuosi, espressione della criminalità diffusa, ed a soccorrere la popolazione in difficoltà, come avvenuto di recente in occasione delle condizioni metereologiche avverse, che hanno determinato diversi fattori di crisi sul territorio”.

“Ritenendo il controllo del territorio compito fondamentale dello Stato ha potenziato i relativi servizi, predisponendo una mirata e capillare attività, intensificando la presenza su tutto il territorio provinciale di unità operative, anche con l’impiego di Reparti di rinforzo richiesti al Dipartimento della Pubblica Sicurezza. Ha dato impulso all’intensificazione dell’attività investigativa, dirigendo le principali operazioni di polizia giudiziaria che hanno permesso di disarticolare le più importanti cosche mafiose del territorio ed a contrastare organizzazioni internazionali dedite al traffico di esseri umani”.

“E’ stato promotore di importanti iniziative aventi come tematica l’ affermazione del principio di legalità nella convinzione che anche lo strumento culturale può costituire un valido sistema di prevenzione nella commissione di reati. Di recente su iniziativa del questore Maurizio Auriemma sono in corso, d’intesa con le Autorità scolastiche, specifici incontri per coinvolgere i giovani nel progetto di educazione alla legalità. Maurizio Auriemma, apprezzato dai rappresentanti istituzionali, riesce ad intessere rapporti proficui e di perfetta collaborazione con altre Forze di Polizia, ritenendo fondamentale il ruolo della componente Stato nelle realtà locali”.

“Ritiene che i rappresentanti dello “Stato” sul territorio devono fare “squadra” per il raggiungimento del bene comune ed il progresso sociale. Questo è stato principalmente il suo impegno fino ad oggi. I risultati conseguiti, evidenziati dal calo degli indici di delittuosità nella provincia, l’arresto di elementi di spicco, appartenenti alle principali consorterie mafiose, e l’accresciuta sensazione di sicurezza da parte dei cittadini, lo fanno ritenere meritevole di uno speciale apprezzamento e riconoscimento che l’odierna premiazione vuole evidenziare”.

Pubblicità Lirenas Gas

Articoli Simili

Su