Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Agrigento > Gomme e rifiuti speciali in due officine agrigentine, denunciati i titolari. Sequestrate le aree trasformate a discariche

Gomme e rifiuti speciali in due officine agrigentine, denunciati i titolari. Sequestrate le aree trasformate a discariche

Sequestrate due officine, i cui fabbricati sono stati trasformati, in vere e proprie discariche abusive, di rifiuti speciali. Denunciati i proprietari dei due immobili. Sono i risultati più significatici dei controlli, per contrastare i reati ambientali, effettuato dai carabinieri del Comando provinciale di Agrigento.

A Bivona, i militari dell’Arma hanno denunciato un meccanico, 55enne, del luogo, per violazione di norme in materia ambientale. Gli investigatori hanno appurato, che l’uomo aveva abusivamente adibito la sua officina, a discarica di pneumatici usati. Rinvenuti all’interno della struttura quasi 200 gomme usate.

A Santo Stefano Quisquina, i carabinieri hanno apposto i sigilli a un magazzino, con tanto di officina meccanica, risultato in gran parte adibito a discarica abusivo di rifiuti speciali ed urbani. Complessivamente 4 tonnellate e mezzo di materiali ammassati. Tra questi varia ferraglia, fusti di oli, batterie esauste. Il titolare, un 53enne di Santo Stefano Quisquina, è stato denunciato.

Pubblicità Lirenas Gas

Articoli Simili

Su