Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > L’agrigentina Graziella Luparello nuovo Gup del processo del cosiddetto metodo Montante

L’agrigentina Graziella Luparello nuovo Gup del processo del cosiddetto metodo Montante

E’ l’agrigentina Graziella Luparello il nuovo Gup che presiede l’udienza preliminare per la richiesta di rinvio a giudizio dalla Procura di Caltanissetta, per il cosiddetto ‘metodo Montante’. Il presidente del Tribunale, Davide Marraffa, ha accolto la richiesta di ricusazione del Gup Davide Salvucci presentata dall’avvocato Marco Giunta, legale degli imprenditori Andrea e Salvatore Calì, perché “in sede di indagini ha autorizzato la proroga di un’intercettazione di uno degli imputati”.

Gli avvocati Nino Caleca e Giuseppe Panepinto, che assistono Montante, avevano chiesto l’annullamento delle intercettazioni, per difetti di forma, e anche il trasferimento del processo a Roma. Istanze rigettate dal giudice. A questo punto, Montante ha chiesto tramite i suoi legali il rito abbreviato, così otterrà lo sconto di un terzo della pena.

Il processo Inizierà il 15 novembre. Hanno chiesto l’abbreviato anche il colonnello Gianfranco Ardizzone, ex comandante provinciale della Guardia di finanza di Caltanissetta, il sostituto commissario Marco De Angelis, il questore Andrea Grassi, il capo della security di Confindustria Diego Di Simone Perricone e il dirigente regionale Alessandro Ferrara.

Anche se i termini di custodia cautelare per Montante scadono il 14 novembre: se entro quella data l’udienza non sarà conclusa l’ex presidente di Confindustria Sicilia, accusato di essere il capo di un’associazione a delinquere finalizzata alla corruzione, sarà scarcerato. In caso contrario potrebbe restare in carcere per almeno un anno. 

Il giudice Luparello, con un passato da poliziotta di quartiere, fino a qualche tempo fa era in forza al settore giudicante del Tribunale di Agrigento.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su