Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Agrigento > “Se non paghi ti faccio saltare in aria con il tritolo”, giudizio immediato per agrigentino

“Se non paghi ti faccio saltare in aria con il tritolo”, giudizio immediato per agrigentino

“Se non paghi ti faccio saltare in aria con il tritolo. Non sai con chi hai a che fare. Devi pagare il pizzo”.  Una delle frasi minacciose pronunciata alla vittima da Fabio Bellanca, 37 anni, nato ad Agrigento, residente a Joppolo Giancaxio, coinvolto in una bruttissima vicenda.

Il giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Termini Imerese Stefania Gallì ha disposto il giudizio immediato nei confronti di Bellanca, accusato di aver estorto mediante minaccia una somma totale di 26.646 euro, ad una 57enne di Petralia Sottana.

L’agrigentino – secondo l’accusa rappresentata dal sostituto procuratore della Repubblica di Termini Imerese Paolo Napolitano – avrebbe costretto la donna a versare tramite 77 vaglia postali la somma di 23.910 euro, mentre altri 2.736 euro li avrebbe ottenuti con 22 ricariche Postepay.

La 57enne, stanca di continue minacce e pressioni, si è presentata alla locale stazione dei carabinieri che, dopo una indagine lampo, arrestarono il 29 agosto l’agrigentino. Bellanca, difeso dagli avvocati Daniele Re e Giulia Cristodoro, comparirà davanti al Tribunale monocratico di Termine Imerese, il prossimo 3 dicembre.

Pubblicità Lirenas Gas

Articoli Simili

Su