Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Agrigento > Agrigento, bottigliate, calci e pugni tra nigeriani. Donna scappa nuda. Due arresti

Agrigento, bottigliate, calci e pugni tra nigeriani. Donna scappa nuda. Due arresti

E’ stata una notte di terrore ad Agrigento, a causa di maxi rissa tra stranieri, tutti di nazionalità nigeriana. Se le sono date di santa ragione, a calci, pugni e bottigliate, e qualcuno dei protagonisti avrebbero utilizzato dei coltelli. Due le persone finite in manette. I Carabinieri del Comando provinciale di Agrigento, anche in queste ore, stanno cercando di ricostruire l’intera vicenda.

Tutto è accaduto a tarda sera, quando due gruppi di più soggetti, si sono affrontati davanti al centro di accoglienza per migranti, in via Madonna delle Rocche, al Quadrivio Spinasanta. Passare dalle parole ai fatti è stato un lampo. Gli uomini si sono presi a calci e pugni, ma all’improvviso bottiglie e coltelli. La rissa s’è trasformata in un efferato duello.

Proprio in quei momenti, una ragazza nigeriana, completamente nuda, è scappata lungo le strade di Agrigento. Donna che è stata ritrovata dalle forze dell’ordine, tra le vie Acrone ed Esseneto, nella zona accanto alla stazione ferroviaria di Agrigento. E’ stata consegnata alle cure del personale medico di un’ambulanza.

Non c’è scappato il morto o il ferito grave perché sul posto sono intervenuti in massa i Carabinieri. I militari hanno fermato due migranti, i quali, si sono scagliati contro di loro. Sono stati immobilizzati e tratti in arresto per resistenza a Pubblico ufficiale. Ancora sconosciuti i motivi della zuffa

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su