Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Agrigento > San Leone perlustrata da cima a fondo dai Carabinieri. Rinvenuti spinelli

San Leone perlustrata da cima a fondo dai Carabinieri. Rinvenuti spinelli

Lo scorso weekend, i Carabinieri del Comando provinciale di Agrigento hanno passato al setaccio la località balneare di San Leone. Una decina di pattuglie, anche a bordo di auto civetta, ha percorso in lungo e in largo le strade del quartiere agrigentino. Controllati anche i vicoli, dove sono presenti numerose abitazioni, popolate in estate, ma abitate solo in alcuni periodi nella altre stagioni.

Effettuati numerosi posti di blocco, allo scopo di identificare chiunque passasse da quelle parti, soprattutto nelle ore notturne, anche per disincentivare eventuali azioni di bande di “topi di appartamento”, intenzionati a colpire in zona.

I risultati non si sono fatti attendere. In due giorni di attività, sono stati passati al vaglio delle banche dati un centinaio di persone, in alcuni casi, soggetti noti alle forze dell’ordine, e una cinquantina di veicoli, su cui sono state svolte perquisizioni e controlli ai sensi del Codice della strada.

Come sempre, non è mancato il presidio sul lungomare Falcone Borsellino, con il risultato di scongiurare completamente la presenza di venditori abusivi di merce contraffatta e di parcheggiatori abusivi.

Non sono mancati, inoltre, i rinvenimenti di dosi di stupefacente per uso personale, con la conseguente segnalazione alla Prefettura di Agrigento.

Particolare attenzione infine è stata riservata alla sicurezza nella condotta di guida da parte degli automobilisti, nei confronti di alcuni dei quali, sono state elevate sanzioni amministrative per un totale di circa 1.500 euro, principalmente per uso del telefono cellulare nella conduzione del veicolo, e per guida pericolosa.

Pubblicità Lirenas Gas

Articoli Simili

Su