Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Sciacca, certificati medici ritenuti fasulli. Dodici medici rinviati a giudizio

Sciacca, certificati medici ritenuti fasulli. Dodici medici rinviati a giudizio

Era finito in carcere nell’ambito dell’operazione antimafia “Opuntia”, condotta dai Carabinieri, che smantellarono la famiglia mafiosa di Menfi. Ora il medico Pellegrino Scirica, 63 anni, menfitano, è stato rinviato a giudizio, e con lui altre 11 persone, per l’ipotesi di reato di falso.

La vicenda ruota attorno a diversi certificati medici, che sarebbero stati rilasciati senza alcuna visita o che avrebbero riportato date diverse ai giorni dei controlli effettuati agli operai di una ditta.

Gli altri coinvolti assieme a Scirica sono Antonino Palmeri, Tommaso Alcuri, Maria Grazia Scirica, Gianfranco Nico, Giovanni Cannizzaro, Antonino Bonanno, Giuseppe Callaci, Tommaso Gulotta, Giuseppe Cannizzaro, Antonino Fresta, e Alfio Danzuso.

La richiesta di rinvio a giudizio, disposta dal Gup del Tribunale di Sciacca, Alberto Davico, è stata chiesta dal procuratore capo di Sciacca, Roberta Buzzolani, e dal sostituto procuratore Michele Marrone. Prima udienza il 22 novembre.

Pubblicità Lirenas Gas

Articoli Simili

Su