Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Agrigento > Agrigento, emessi 14 “Avvisi Orali” e 9 Fogli di Via Obbligatori. Applicata sorveglianza speciale a canicattinese

Agrigento, emessi 14 “Avvisi Orali” e 9 Fogli di Via Obbligatori. Applicata sorveglianza speciale a canicattinese

L’Ufficio misure di prevenzione della Divisione Polizia Anticrimine della Questura di Agrigento ha applicato una serie di provvedimenti di competenza del questore di Agrigento, Maurizio Auriemma, a soggetti ritenuti pericolosi per la sicurezza pubblica. In particolare, è stato eseguito un decreto di applicazione della Sorveglianza speciale di pubblica sicurezza ad un canicattinese, 14 “Avvisi Orali” e 9 Fogli di Via Obbligatori.

Complessivi 3 anni e 6 mesi, è la durata della Sorveglianza speciale, disposta a carico di Antonino Chiazza, 48enne di Canicattì. Lo ha deciso il Tribunale di Palermo, accogliendo la proposta del questore Auriemma. Chiazza, a cui è stato applicato anche l’obbligo di soggiorno, ha riportato condanne definitive per i reati di detenzione di armi, minaccia partecipazione ad associazione mafiosa, ed estorsione aggravata.

E gli agenti della Divisione Anticrimine hanno notificato 14 “Avvisi Orali” ad altrettanti soggetti, con precedenti di polizia. Si tratta di: C.P.G., 43 anni, di Siculiana (con precedenti per minaccia, molestie, atti persecutori);
P.A., 25 anni, di Campobello di Licata (minaccia aggravata, lesioni personali, furto aggravato);
C.S., 50 anni, di Sambuca di Sicilia (frode, falsità ideologica in atto pubblico, contrabbando);
C.G., 31 anni, di Burgio (maltrattamenti in famiglia, inosservanza obblighi familiari, lesioni personali, minaccia, atti persecutori);
B.P., 65 anni, di Menfi (lesioni personali, minaccia, contrabbando, favoreggiamento ingresso clandestino);
A.C., 31 anni, di Palma di Montechiaro (stupefacenti, truffa);
M.F., 60 anni, di Menfi (stupefacenti, ricettazione, favoreggiamento ingresso clandestino);
L.C., 26 anni, di Licata (stupefacenti, atti persecutori, danneggiamento, deturpamento);
P.A., 33 anni, di Agrigento (evasione, stupefacenti);
D.C., 32 anni, di Ravanusa (truffa aggravata, danneggiamento, maltrattamenti, lesioni personali).

Complessivi 9 i Fogli di Via Obbligatorio, applicati, che impone ai destinatari l’ordine di rimpatrio nel comune di residenza ed il contestuale divieto di ritorno nel comune dal quale è stato allontanato, senza la preventiva autorizzazione. Tutti della durata di 3 anni. Gli interessati sono E.M.I., 34 anni, di Ribera, resosi responsabile del reato di truffa; S.L., 57 anni, di Agrigento, denunciato per furto;
H.F., 26 anni, di Agrigento; B.A., 27 anni, di Canicattì; S.G., 28 anni, di Messina, resosi responsabile del reato di truffa; A.A., 40 anni; A.A., 22 anni, di Porto Empedocle, resosi responsabile dei
reati di violenza, minaccia e oltraggio a Pubblico ufficiale; C.L., 50 anni, resosi responsabile del reato di truffa; F.M., 44 anni, resosi responsabile del reato di furto.

E ai sensi della Legge 7 agosto 1990, il Questore ha firmato il Dacur o Daspo (Divieto di accesso ad una o più aree urbane) a A.M.M., 23 anni, residente ad Agrigento, sorpreso ad esercitare l’attività di parcheggiatore abusivo, in piazza Caratozzolo, nella località balneare di San Leone per il periodo di 6 mesi.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su