Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Camastra > Canicattì, compromessa la raccolta dell’Uva Italia a causa del Cracking. La denuncia di Confagricoltura Agrigento

Canicattì, compromessa la raccolta dell’Uva Italia a causa del Cracking. La denuncia di Confagricoltura Agrigento

“Notevoli danni  in provincia di Agrigento sull’uva da tavola, danni causati dalla fisiopatia dal nome “Cracking” o spaccatura dei frutti”.La denuncia arriva dalla Confagricoltura di Agrigento di cui è presidente Rosario Marchese Ragona e direttore Alessandro Vita i quali hanno inviato una nota all’ispettorato agrario affinché avvia una ricognizione dopo le segnalazioni che stanno arrivando dagli agricoltori di questa zona della provincia. “Repentine escursioni termiche, piogge eccessive e attacchi di muffe, – fanno sapere da Confagricoltura- hanno determinato la lacerazione della bacca o acino e la perdita di oltre il 50% del prodotto. Tale fenomeno si è registrato nell’area di Canicatti, Campobello, di Licata,  Ravanusa dove l’eccellente uva Italia si è trasformata in un prodotto assolutamente non commerciabile” Si tratta-dice Rosario Marchese Ragona- Presidente provinciale di Confagricoltura- di un dramma economico che rischia di far fallire numerosi imprenditori agricoli. Pertanto- aggiunge-  occorre da subito intervenire con la massima espressione di riferimento che è l’Assessore Regionale all’ Agricoltura con provvedimenti certi, applicabili veloci e remunerativi. Sempre in materia di fenomeni di attacchi di fitopatie, l’uva da mosto- conclude Rosario Marchese Ragona ha  subito pesantemente il fenomeno della peronospora con danni stimati dai nostri tecnici sul campo di una mancata o produzione non commerciabile di circa il 40%”. Un allarme, quello rilanciato da Confagricoltura che era già stato lanciato in queste settimane dagli imprenditori agricoli che operano tra Canicattì, Campobello di Licata, Castrofilippo e Ravanusa, dove la coltivazione di Uva Italia è ingente. Aziende che in questo periodo di raccolta impiegano decine di lavoratori stagionali sono alle prese con questa grana che rischia di compromettere un intero anno di intenso e duro lavoro oltre alla perdita di milioni di euro per il settore.

Pubblicità Lirenas Gas

Articoli Simili

Su