Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Agrigento > La faida Favara – Liegi, il killer del ristoratore favarese era truccato

La faida Favara – Liegi, il killer del ristoratore favarese era truccato

Era truccato il killer del cinquantenne ristoratore favarese Rino Sorce, ammazzato la sera del 2 maggio dell’anno scorso, a pochi metri di distanza dal suo ristorante-pizzeria “Grande Fratello”, a rue Ernest Solvay, nel quartiere “Sclessin”, nel centro della città belga di Liegi. Qualche giorno dopo il fatto di sangue la polizia belga aveva diffuso l’identikit.  Ora le indagini hanno portato a una clamorosa novità.

L’individuo della foto, sarebbe entrato in azione truccato, quasi sicuramente per non farsi riconoscere. E quella cicatrice sulla guancia sinistra, visibile nell’identikit, non sarebbe il risultato di uno sfregio, ma sarebbe stata realizzata appositamente. L’omicidio è quasi certamente collegato alla faida sull’asse Liegi – Favara – Porto Empedocle.

Rino Sorce non aveva precedenti penali. Il sospetto è che fosse a conoscenza di  qualcosa di grosso, ma non può essere escluso che, avesse incontrato o dato ospitalità a qualcuno inserito in un brutto giro, e inconsapevolmente, l’avesse aiutato.

Gli investigatori belgi stanno portando avanti le indagini, in congiunta con gli agenti della Squadra Mobile di Agrigento, con il coordinamento dell’Autorità giudiziaria di quel Paese, e dei magistrati della Direzione distrettuale antimafia di Palermo.

Pubblicità Lirenas Gas

Articoli Simili

Su